In my mailbox #13 – Acquisti libreschi

Finalmente le vacanza sono arrivate, bella gente… ma purtroppo il tempo per leggere non è ancora tanto come avrei sperato: l’esame di musica incombe e non perdona, perciò mi toccherà aspettare luglio prima di tornare a pieno regime, con recensioni e tutto. Però una mezz’oretta per fare un salto in biblioteca sono riuscita a trovarla, perciò ecco a voi i miei nuovi “acquisti libreschi”:

*       *       *

Titolo: Meterra – Il destino di una biglia
Autore: Andrea Cisi
Editore: Mondadori
Pagine: 563
Prezzo: €19,50

Preso in biblioteca.

In una Genova misteriosa e tentacolare, dove bande di monelli si dividono tra il borseggio nei vicoli e mirabolanti sfide a biglie, Mimi si appresta a difendere il suo titolo di campionessa a Borgo degli Scontri, l’arena segreta tra i tetti della città vecchia in cui si disputano le competizioni ufficiali. Ma una voce sconosciuta e insistente la distrae dalla sfida e l’attira come una calamita fino a un tombino in fondo a un vicolo. Ancora non può saperlo, ma proprio quel tombino cela il varco che, attraverso una scala di nuvole e vento, la porterà su Meterra, il mondo favoloso dal quale la ragazzina non sa di provenire: Mimi infatti è una fatua, figlia di un ladro umano e di una fata diafana che volle farla nascere lontano da Meterra per metterla in salvo… Comincia così lo straordinario viaggio di Mimi insieme all’inseparabile criceto Caramello Saranno i bleùrl, microscopici custodi delle foreste, a svelarle la sua vera identità: la sua natura di fatua è testimoniata dalla rapida trasformazione fisica. Ma solo l’incontro con tre streghe la aiuterà a capire la ragione per cui sua madre l’aveva allontanata da Meterra: Mimi può diventare l’ultima trelatrice, la sola in grado di parlare tutte le lingue e di riunire nuovamente le antiche razze riportando a Meterra l’armonia perduta. Ma i segugi addestrati nel Formicaio, la scuola del perfido rettore Vox, sono già sulle sue tracce…

   

*       *       *

Titolo: L’isola dei Liombruni
Autore: Giovanni De Feo
Editore: Fazi
Pagine: 382
Prezzo: €18,50

Preso in biblioteca.

Ci sono delle leggi, sull’isola. Leggi semplici e spietate come i giochi dei bambini. Dicono che tutto ciò che si sogna è reale; che le parole “mamma” e “papà” sono proibite; che gli Alti sono nemici e che nessuno può uccidere i liombruni. Sono leggi da rispettare con un segreto brivido di paura, come quello che scuote dal sonno Smiccio e Zenzero, all’alba del loro quattordicesimo compleanno. Un’amicizia fraterna li lega, insieme al presentimento che quella non sarà una giornata come le altre. Sono loro, quella mattina, a intravedere una figura furtiva tra i vicoli del paese. Un Alto. Inizia il gioco feroce dell’inseguimento, finché il fuggiasco non viene raggiunto. E un attimo dopo ucciso. Gli Alti non sono che gli adulti, sopravvissuti alla notte di violenza della Carnara. Questa è l’isola dei liombruni, i cui sentieri si snodano insieme alle intricate profezie delle Sibille, e le vite si piegano al volere capriccioso degli Scalzi, misteriosi ragazzi dai piedi di vetro, padroni indiscussi di ombre e vento, nuvole e sabbia… Un sogno collettivo destinato a incrinarsi sotto il peso di passioni più adulte: l’amore proibito di Smiccio per Cecella, la bruciante gelosia di Zenzero, l’avidità dei Baroni, mentre si fanno e disfano alleanze e inesorabile si prepara una nuova, ultima Carnara.

   

*       *       *

Titolo: I fantasmi del cappellaio
Autore: Georges Simenon
Editore: Adelphi
Pagine: 224
Prezzo: €10,00

Preso in biblioteca.

Una piccola città, La Rochelle, immersa in una gelida pioggia autunnale; borghesi apparentemente insospettabili che giocano a bridge; una serie di strani delitti che viene improvvisamente a turbare la vita della città; e due personaggi (il cappellaio, agiato e rispettabile commerciante, e il “piccolo sarto” armeno con addosso il suo irrimediabile odore di aglio e di miseria) che si osservano in una comunicazione tragica e segreta: due sguardi consapevoli, due punti di vista contrapposti e complementari fino alla reciproca dipendenza, fino alla complicità, si affrontano in una sorta di controcampo investigativo di altissima tensione drammatica.

   

*       *       *

Titolo: L’orologiaio di Everton
Autore: Georges Simenon
Editore: Adelphi
Pagine: 166
Prezzo: €10,00

Preso in biblioteca.

Da quando la moglie se n’è andata, quindici anni e mezzo prima, senza portarsi via il figlio di pochi mesi e lasciandosi dietro solo una vestaglietta di cotonina e la scia del suo profumo, Dave ha vissuto soltanto per Ben. Ogni attimo della sua vita. La notte come il giorno. Il figlio ha sempre detto che sì, era felice. Sulla madre non ha fatto mai un granché di domande. Allora perché una notte è andato via, anche lui senza una parola per quel padre che non desiderava altro che essergli amico? E perché lui e Lillian, la ragazzina quindicenne che lo ha seguito, hanno ucciso un uomo? Solo quando Ben, dopo il suo arresto, rifiuterà di vedere il padre, Dave comincerà a capire il figlio e il suo disperato bisogno di ribellarsi…

   

*       *       *

Titolo: La figlia dei ghiacci
Autore: Matthew Kirby
Editore: Mondadori
Pagine: 282
Prezzo: €16,00

Preso in biblioteca.

In un remoto regno vichingo tutti aspettano da un momento all’altro le prue a forma di drago dei drakkar nemici, che un traditore ha condotto nei loro territori. I tre figli del re, Asa, Harald e Solveig, sono nascosti per ordine del padre sulla riva di un fiordo gelato dall’inverno. Solveig vorrebbe avere la grazia di sua sorella Asa e la forza del fratello Harald, l’erede al trono, ma gli occhi del padre sembrano non vederla mai. Non le resta che affidarsi al suo unico talento, una magia intessuta solo di parole, e apprendere, con l’aiuto del poeta di corte Alric, l’arte del racconto. Intanto le riserve di cibo sono sempre più esigue, l’attesa è snervante e le gonfie vele del nemico si profilano all’orizzonte. Se solo una semplice storia potesse cambiare il destino e rivelare il traditore che si cela nel gruppo… Se potesse far scoprire ad Hake, feroce guardia reale, che per resistere al freddo vi è un calore più potente del fuoco, quello dei sentimenti. .. E se potesse infondere a Solveig il coraggio per affrontare una battaglia senza lance e senza spade: diventare se stessa.

   

*       *       *

Titolo: 999 – L’ultimo custode
Autore: Carlo A. Martigli
Editore
: Castelvecchi
Pagine: 400
Prezzo: €18,50

Preso in biblioteca.

«Firenze: 26 luglio 2007. Due letterati da best seller avvelenati con l’arsenico da un killer assoldato dal potere politico. I Ris in un’antica basilica di Firenze. Se fosse accaduto oggi, sarebbe il giallo del secolo. A distanza di 500 anni, si vuole trovare una risposta alla fine di Giovanni Pico della Mirandola e di Angelo Poliziano. Ma perché?»… forse perché in realtà si era alla ricerca delle 99 clausole segrete mancanti che, insieme alle 900 tesi pubblicate nel 1486 da Pico della Mirandola, rivelerebbero qualcosa di fondamentale sulla natura di Dio. Un segreto che avrebbe potuto, e potrebbe ancora, cambiare il corso della storia. È su questa sconvolgente rivelazione che si basa 999. L’ultimo custode, romanzo storico-esoterico di Carlo Martigli che, attraverso lunghi studi, ha ipotizzato l’esistenza di un filo rosso che lega la stesura delle 99 clausole segrete, ai giorni nostri. Pico della Mirandola voleva un Concilio dei saggi delle tre religioni monoteiste per rivendicare un Dio unico: Donna. Per scongiurare il pericolo e difendere la Santa Romana Chiesa, Innocenzo VIII e Rodrigo Borgia diedero così inizio alla sanguinaria caccia alle streghe con lo scopo di rendere la donna indegna agli occhi del mondo. In quel modo le 99 tesi di Pico, qualora fossero state pubblicate, non sarebbero state credibili. Romanzo storico, ma anche romanzo di fantasia, in cui i personaggi descritti non sfuggono allo sguardo acuto e ironico dello scrittore.

   

*       *       *

Titolo: Theodore Boone – La ragazza scomparsa
Autore: John Grisham
Editore: M0ndadori
Pagine: 216
Prezzo: €18,00

Preso in biblioteca.

April Finnemore è scomparsa. Qualcuno l’ha rapita nel cuore della notte, e l’ultimo ricordo che Theodore Boone ha di lei è la telefonata della sera prima. Perché April si sente sola, e spesso trova conforto dalla sua difficile vita familiare nelle lunghe chiacchierate con lui. Theo, tredicenne avvocato in erba, è sempre pronto a intervenire: ma ora è disposto a rischiare tutto, visto che il rapimento riguarda la sua migliore amica e il sentimento che lo muove è forse qualcosa di più che l’amore per la giustizia. La polizia sembra non avere indizi, finché dalla vita di April non emerge Jack Leeper, un parente evaso di prigione. E nel frattempo dalle acque del fiume viene ripescato un corpo misterioso. Il malvivente è coinvolto nel rapimento? E soprattutto, April è ancora viva? Mai come ora Theodore Boone dovrà sfoderare tutto il proprio coraggio per risolvere il caso più importante della sua giovane carriera, prima che sia troppo tardi.

   

*       *       *

Titolo: Dreamless
Autore: Josephine Angelini
Editore
: Giunti
Pagine: 448
Prezzo: €16,50

eBook scambiato su aNobii.

Il secondo volume della saga di stampo mitologico “The Awakening series”. Ritroviamo Helen, che nel frattempo è diventata la Discendente, la prescelta dagli dèi. Ogni notte si addormenta nel suo letto e raggiunge l’aldilà dove affronta prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere così il ciclo di faide tra le Case. Ogni mattina si risveglia, stanchissima e provata, costretta a cominciare una nuova giornata di allenamenti. E’ sempre più spossata e sofferente oltre che sola, dato che Lucas ora la tiene lontana. Helen è triste e profondamente sfiduciata, quando durante una delle sue discese agli inferi si imbatte in Orione, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra e il suo cuore. Di notte si incontrano nell’Ade e di giorno si scambiano messaggi al cellulare. Lucas impazzisce di gelosia e in lui si scatenano poteri sconosciuti: adesso è in grado di controllare totalmente la luce e di rendersi invisibile. Divisa fra l’attrazione per il nuovo pretendente e l’amore impossibile per il cugino, Helen si ritroverà a sfidare i suoi limiti per il bene dell’umanità intera.

   

*        *        *

E ora tocca a voi! Quali libri avete acquistato/scaricato/scambiato/preso in prestito in questi giorni? 🙂

Potrebbero interessarti anche...

10 Risposte

  1. Camilla P. ha detto:

    ADORO Simenon *__* Non ho letto i due romanzi che hai preso tu in prestito, ma se sono belli come quelli che ho letto io, saranno letture meravigliose 🙂

    • topolinamarta ha detto:

      A me “L’orologiaio di Everton” è piaciuto tanto, “I fantasmi del cappellaio” un po’ meno… ma anche a me piacciono moltissimo i suoi libri, soprattutto quelli del buon Maigret! 🙂

  2. Fr@ ha detto:

    Giovanni de Feo? Una volta ho provato a leggere il suo Mangianomi…poi l’ho mollato, non ce la facevo più! Spero per te che questo sia migliore 🙂
    Tra i miei ultimi arrivati ci sono Il libro segreto di Dante, L’ultima legione e i Romanzi Cortesi di Chrètien de Troyes. Prossimamente prenderò i primi quattro libri de Le cronache del ghiaccio e del fuoco e (finalmente!) inizierò con Martin…ma dovrà passare un mese almeno, adesso ho poco tempo (a proposito di tempo -.-) per leggere come e quanto vorrei…nelle mie più rosee previsioni vorrei dare quattro esami entro la fine di luglio XD E da come ho sentito parlare bene di Martin me lo voglio gustare 🙂

  3. Ah, in bocca al lupo con “Meterra”. Sono curioso di sapere cosa penserai di quel “meraviglioso” librone, terminata la lettura. Prego, notare l’ironia.

    I miei ultimi acquisti, purtroppo, sono miseri, ma sempre meglio di niente. Allora, ho aggiunto alla libreria “La libreria dell’armadillo” – perdonate il gioco di parole ^^”- e “Il bambino che parlava con i cani”. Intanto, posso dirti che adoro lo stile dell’autore del primo romanzetto.

  4. Benedetta ha detto:

    Scusate, posso fare una domanda un po’ sciocca?
    Come si stabilisce il prezzo di un libro?
    Perché “La ragazza scomparsa” è 18,00 euro? Perché costa così tanto?
    So che un libro non si misura dal numero di pagine, ma credo che il prezzo dovrebbe essere influenzato dal numero, no?
    Dreamless è 16,50, ma ha 448 pagine…
    Forse il carattere di scrittura cambia…
    Scusate per la domanda stupida.

    • Ah, se tutte le domande stupide fossero come questa. Guarda, la risposta più plausibile è da ricercare nel guadagno: ovviamente, un libro con un prezzo alto farà incassare di più, rispetto ad un romanzetto in saldo. Ora, se il libro in questione non è neanche un mattone di pagine, tanto meglio. Insomma, quale “lettore occasionale” vorrebbe spendere 20 euro per un libro di 440 pagine e passa? Meglio comprare un libriccino, no? Più veloce da finire. Buona parte dei “libroni” è venduta ad un prezzo inferiore, perchè altrimenti pochi li acquisterebbero, le case editrici andrebbero in banca rotta e non ci sarebbero più scrittori. Io la vedo così.
      Altre volte, invece, un libro viene ingozzato di caratteri enormi, così da potergli mettere un prezzo più alto. E’ un enorme giro d’affari, le cui peculiarità mi sono sconosciute. Pazienza.
      Ah, gira il mondo, gira.

      • Quasi dimenticavo: di certo, la fama di un volume ha il suo bel peso nella decisione del prezzo dello stesso. Se non vende, bisognerà abbassare il prezzo per renderlo più appetibile. Se invece vende e molto, tanto varrà alzare il prezzo di copertina, così da guadagnarci di più.

  5. Benedetta ha detto:

    Grazie mille per l’ottima spiegazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti